2 settembre 2012

Penne alla trevisana

Il ritorno dalle ferie é proprio come me lo immaginavo: spossatezza e mancanza di forze allo sbaraglio!! 
Se poi ci sono ad aspettarti Lucifero e Caligola, l'impresa potrebbe essere ancora più ardua. 
Il lavoro però, per fortuna, ha qualche lato positivo e tutto sommato il rientro lo metabolizzi relativamente in fretta; basta ricominciare a cucinare per sentirsi di nuovo a casa. 
E' vero che il cliente ha sempre ragione, ma al rientro dalle vacanze è giusto un po' predisposto alla lite ed alla polemica, cosa che nel mio lavoro potrebbe rovinarti la giornata!!!!
Ma passiamo alla cucina terapeutica: questa pasta non si può paragonare ai deliziosi piatti che mi hanno preparato in Sicilia, potrebbe comunque avere il suo perché visto il limitato tempo a disposizione per la preparazione di un pasto.
Per questo primo ho seguito e riadattato al mio frigo la ricetta che ho trovato qui
Tempo necessario: 20 minuti
Ingredienti per 2 persone: 
1/2 cipolla
1/2 radicchio
sale
zucchero
origano
1/2 bicchiere vino abbondante
una grande fetta pecorino al vino
peperoncino
190 g penne
Colonna sonora: Joe Bonamassa - Night Life 

Facciamo appassire la cipolla con l'olio.
Aggiungiamo radicchio, sale, zucchero ed origano e lasciamo cucinare per 5 minuti. 
Dopo i 5 minuti di cottura, il radicchio dovrebbe risultare ben appassito e possiamo aggiungere il vino per farlo insaporire un po', ed eliminare l'amarognolo che può non piacere del radicchio. 
Fatto evaporare il vino, il nostro condimento è pronto e possiamo unirlo alle penne cotte al dente; solo una volta preparati i piatti, completiamo il primo con il pecorino al vino, gentilmente consigliato dal salumiere di fiducia, ed il peperoncino.
Veramente buono il pecorino, e poi è così raro trovare dei rivenditori di fiducia che quasi mi stupisco quando mi consigliano degli alimenti che poi mi piacciono veramente.
Insomma ho ripreso la mia attività culinaria...
Sto cautamente risparmiando per acquistare la mia macchina fotografica e posso finalmente preparare qualcosa accendendo il forno senza sentirmi morire.
Peccato che da lunedì non avrò più accanto una collega con cui era molto bello condividere opinioni in ambito culinario...

Alla prossima.

M.

2 commenti:

  1. Magda fatti forza ti vogliamo bene!

    RispondiElimina
  2. Che buoneeee!
    Già il nome "penne alla trevisana" mi fà venire l'acquolina... mi viene voglia di preparare questo fantastico piatto.
    Complimenti per il blog.
    Un abbraccio ^____^
    Inco.

    RispondiElimina

Dimmi che ne pensi...