22 dicembre 2012

Sformato di finocchi


Oggi sono in viaggio.
Manca ancora qualche giorno prima che io possa essere a casa e possa riempirmi gli occhi e il cuore guardando le mie montagne ed il brillante sole sul mare.
Sono in viaggio però, verso un posto che comunque sento familiare, quindi mi sono svegliata pimpante nonostante la sveglia prestissimo.
Proprio sul treno, in un momento di quiete e di silenzio, mi rendo conto che é passato un anno dal mio primo post su questo blog.
È passato un anno ed io mi ricordo benissimo tutti i buoni propositi che avevo.
Mi ricordo benissimo come mi sentivo mentre scrivevo quel post.
E quando ho capito che mi piaceva far partecipe il resto del mondo della mia piccola passione, avevo anche immaginato il mio primo contest al primo compleanno del blog.
Come potete vedere il contest non c'è stato, ed in fondo ammetto che ne sono felice, perché posso comunque ritenermi una dei pochi trentenni italiani con un lavoro che ti rende indipendente.
Certo, ho dovuto aggiungere sempre più persone alla lista “quanto mi manchi”, ma é pur vero che ne ho aggiunte anche alla lista “mi diverte stare con te”; che poi la seconda lista potrebbe sempre far aumentare il numero della prima, ma quello é un altro discorso.
Per essere un po' più sereni basterebbe un lavoro anche per qualcun'altro ed una casa “più casa” che forse a gennaio potrebbe essere realtà.
Insomma, sono un po' come un piatto fatto dalla nonna: a volte ti sembra più salato, a volte meno saporito, ma la verità é che lo sbrani in due secondi perché é sempre buono e non ne faresti a meno.
Per rendere meglio il paragone, non vedo l'ora di sbranare questa vita che sento ancora troppo poco mia.
Tutto questo giro assurdo non ha nessun collegamento con la ricetta, che è un buon piatto per mantenersi leggeri prima delle abbuffate, ma era solo un modo per arrivare ai saluti al 2012, anno che difficilmente dimenticherò,  e per augurarvi delle Buone feste all'insegna di tanti esperimenti culinari.

Tempo necessario: 35 minuti
Ingredienti:
Finocchi
Sugo già cotto
Mollica non troppo sottile
Olio Evo
Capperi
Finocchietto selvatico
Aglio
Parmigiano
Alici marinate
Colonna sonora: Florence and the Machine - Blinding

Tutti gli ingredienti possono essere dosati a piacimento; io non ho seguito delle dosi particolari.
Facciamo bollire i finocchi, tagliati a fette non troppo sottili, per non più di dieci minuti e dopo la cottura lasciamoli in uno scolapasta.
Mettiamo capperi, finocchio selvatico ed aglio in un mixer e frulliamo tutto bene fino ad avere un trito ben miscelato. 
Lasciamo qualche cappero intero che poi metteremo sullo sformato.
In una padella capiente, meglio un wok, facciamo rosolare la mollica con olio e poi il trito facendo cuocere un po' senza far bruciare la mollica.
Il sugo, naturalmente, lo abbiamo preparato secondo i propri gusti.
Possiamo quindi sistemare i nostri ingredienti come segue: oliamo leggermente lo stampo e sistemiamo i finocchi.
Copriamo i finocchi con la mollica aromatizzata al trito e allineamo le alici a raggera.
Copriamo il tutto con il sugo ed il parmigiano, guarnendo poi con i rimanenti capperi.
Informiamo a 180 gradi giusto il tempo necessario per far tostare la parte superiore dello sformato. 
Lo consiglio per i pochi pasti liberi da doverose abbuffate e per il resto vi auguro di mangiare di gusto insieme alle persone che più amate. 
Alla prossima.
 M.



6 commenti:

  1. Magda sei una poeta del gusto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una poeta pare quasi un insulto...grazie...grazie davvero :-)

      Elimina
  2. Cara, ma allora tantissimi auguri al tuo blog! E tantissimi auguri di un sereno Natale a te :)
    Ricetta sfiziosissima!
    Un abbraccio :***

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Elisa...tantissimi auguri anche a te!!!!

      Elimina
  3. ciao Magda, adoro le verdure e questa ricettina me la salvo subito. Intanto mi sono unita ai tuoi lettori. Buone feste ciao kiara

    RispondiElimina
  4. Sono felice per te, che l'anno trascorso abbia dato i suoi frutti , certo non facili da cogliere, come traspare dalle tue parole..che il nuovo anno ti porti il raggiungimento degli altri traguardi che ti sei prefissata, auguri di cuore!
    Per il blog ed il contest sei sempre in tempo ed io sarò felice di partecipare!
    Un bacio, Sandra

    RispondiElimina

Dimmi che ne pensi...